SAN   VALENTINO
   CHIESA DELLA TRINITA' -  SASSOCORVARO  PU
La facciata della chiesina, posta sul fondo, Ŕ della TrinitÓ. LÓ sono raccolte, in un' urna del 1700, con tanto di sigillo, le reliquie di San Valentino. E' molto probabile che i resti del Santo siano stati rintracciati, nei pressi di Roma, dall'archeologo Raffaello Fabretti: personaggio importante di cui ho eseguito il  busto per collocarlo accanto al monumento di Raffaello Sanzio in Urbino.
 

La sembianza di San Valentino Ŕ frutto della mia immaginazione. Nella massa in cui Ŕ affondata la sua nuca ho rappresentato coppie di innamorati e fiori (rose); dietro il profilo del Santo Ŕ riportato l' ingrandimento di una delle coppie in bassorilievo.            Si tramanda che il Santo aiutasse i giovani bisognosi a realizzare il loro sogno di unirsi in matrimonio.  Spesso offriva loro anche una rosa rossa come speranza. Forse da questo gesto di San Valentino, il medesimo fiore Ŕ simbolo di Amore.